sabato 16 dicembre 2006

Da un Comunicato Stampa del 21 giugno 2006

Regione Piemonte e Telecom Italia hanno firmato oggi un Protocollo d’Intesa, con l’obiettivo di avviare una serie di iniziative congiunte per favorire l’accesso alle nuove tecnologie digitali da parte di un numero sempre maggiore di cittadini, imprese e istituzioni locali. L’intesa prevede che Telecom Italia, nell’arco di tre anni, estenda la copertura della rete a banda larga nella Regione ad oltre 900 Comuni, raggiungendo il 96% delle linee telefoniche fisse.

Regione Piemonte e Telecom Italia collaboreranno inoltre per lo sviluppo di nuovi servizi di pubblica utilità e di e-government basati sulle reti a banda larga, in particolare nel settore sanitario e socio-assistenziale, nei trasporti e nella logistica, nella sicurezza del territorio e nella formazione dei cittadini.

La presidente della Regione Piemonte, Mercedes Bresso ha dichiarato: “Sono lieta di poter firmare il Protocollo di Intesa con Telecom Italia. L’accordo renderà possibile dotare la quasi totalità del territorio piemontese (circa il 96% della popolazione telefonica) di infrastrutture a larga banda, di tecnologie e di servizi a essa correlati. L’Accordo inoltre rappresenta il raggiungimento, attraverso il Programma WI-PIE, di un primo obiettivo che pone le basi per andare oltre.”

In proposito Marco Tronchetti Provera, Presidente di Telecom Italia, ha dichiarato: “L’accordo con la Regione Piemonte conferma l’impegno di Telecom Italia a sostenere con investimenti e iniziative mirate lo sviluppo e la diffusione, su scala nazionale, di servizi innovativi basati sulle tecnologie dell’informazione e sulle reti di telecomunicazioni a banda larga.”

“Questo importante risultato – ha spiegato l’assessore alla Ricerca e all’Innovazione della Regione Piemonte, Andrea Bairati - è frutto delle condizioni abilitanti rese possibili dallo sviluppo del Programma WI-PIE, che ha creato un contesto territoriale particolarmente favorevole alla diffusione della banda larga. L’impegno che si assume Telecom Italia – ha concluso Bairati - consentirà alla Regione Piemonte di liberare risorse ingenti che saranno destinate allo sviluppo di servizi, contenuti per la rete, interventi congiunti per la ricerca e sviluppo.”

1 commento:

G.G. da Torino ha detto...

Avete provato a chiedere a chi la banda larga ce l'ha già?
Non sono tutte rose e fiori. In alcune ore della giornata "non si circola" in rete, nonostante la banda larga.
Tutta la dichiarata velocità va a farsi friggere, lasciando invariato l'aumento di spesa per "l'alta velocità".